A FEBBRAIO IL PRIMO PELLEGRINAGGIO A LOURDES, PRENDE IL VIA IL 2020 DELL’UNITALSI

In coincidenza con la 18ma Giornata Mondiale del Malato, l’Unitalsi si prepara a vivere l’inizio della nuova stagione dei pellegrinaggi celebrando l’anniversario della prima Apparizione della Madonna alla piccola Bernadette Soubirous con diverse partenze verso Lourdes, previste da sabato 8 a lunedì 12 febbraio. Saranno otto le Sezioni dell’Unitalsi che lasceranno l’Italia con due aerei e sei pullman per raggiungere la Grotta di Massabielle: Abruzzese, Emiliano – Romagnola, Ligure, Lombarda, Piemontese, Pugliese, Toscana e Triveneta e accompagneranno nella cittadella francese circa 500 soci di cui un centinaio ammalati e persone con disabilità.

A Lourdes, come da comunicazione del Santuario, sono attesi 15mila pellegrini, che parteciperanno, nella Basilica San Pio X, alla Santa Messa Internazionale, presieduta da SE Mons. Rino Fisichella, arcivescovo e presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione.

Tante volte ci capita, come unitalsiani, di camminare – evidenzia Antonio Diella, presidente nazionale – con persone che soffrono molto e la cui vita sembra a tanti inutile: quante volte ci siamo accorti che farsi “locanda accogliente”, come ci ha chiesto di essere Papa Francesco nel suo Messaggio per la XVIII Giornata Mondiale del Malato, può comunicare un senso nuovo per la vita e creare una condivisione che diviene forza e speranza, anche per chi sembra non averne. Abbiamo sperimentato che nessuna vita è inutile e che le persone sofferenti hanno bisogno di una “moltiplicazione di amore” che, senza trasformarsi in un prolungamento forzato di sofferenze indicibili e irreversibili, sappia accompagnare con tenerezza anche il cammino difficile di chi sa di non poter guarire ma ha bisogno di un amore che se ne prenda cura fino all’ultimo istante”.

Gli unitalsiani presenti a Lourdes, il giorno dell’11 febbraio si uniranno ai tanti soci, ammalati e volontari, che in tutta Italia si ritroveranno nelle parrocchie per vivere insieme un momento di preghiera e di vicinanza, come un’unica famiglia che si ritrova sotto lo sguardo di Maria.

Questa voce è stata pubblicata in HOME. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.