relaz. aziend. e venezia

RELAZIONE DEL PELLEGRINAGGIO A LOURDES 27 APRILE – 03 MAGGIO 2013

Poiché questo pellegrinaggio è stato condiviso con la Sottosezione di Venezia e con la presenza di una quindicina di disabili provenienti da Finale Emilia, una delle città più colpite dal terremoto, ove alcuni dei nostri volontari della Protezione civile hanno
prestato servizio, questa relazione vuole essere un riepilogo di tutte le relazioni ricevute dalle animatrici e dall’Animatore Gianfranco Trabuio.

Una presenza molto importante in questo pellegrinaggio 2013, è stata la partecipazione di Sua Eccellenza Monsignor FRANCESCO MORAGLIA, Patriarca di Venezia, le cui catechesi hanno dato nuovo slancio alla nostra Fede. Ha incontrato pellegrini, ammalati, volontari e giovani, trattando il tema dell’anno: “PER-CORRERE LA VIA DELLA FEDE”.

Abbiamo gustato le bellissime omelie tenuteci nelle varie celebrazioni liturgiche, proponendo gli avvenimenti di Lourdes del 1858 durante le apparizioni, in particolare quando la Vergine Maria invita la piccola Bernardette alla penitenza e alla conversione, a sporcarsi con il fango della Grotta e a lavarsi alla sorgente.

Nella giornata di formazione al pellegrinaggio il nostro relatore Padre Giovanni Nicolini ha usato queste parole: “IL PELLEGRINAGGIO E’ UNA SCOMMESSA”, sì! effettivamente è una scommessa, non sai cosa ti può accadere di meraviglioso.

A questo proposito, Franca Perini, la nostra animatrice, scrive nella sua relazione: ”Prima della partenza, non nascondo che ero preoccupata per le attività discusse all’ultimo momento, e per i miei problemi fisici, ma Lourdes è sempre una rivelazione, un arricchimento nuovo, un qualcosa che ti mette dentro una forza impensabile”. “E’ stato
necessario mettersi in gioco, prima con il cuore, poi con la buona volontà e quindi con le gambe…!” “Il pellegrinaggio è un viaggio particolare molto umano e per questo molto difficile che facciamo assieme ai pellegrini malati e non, ognuno con le proprie motivazioni, attese, dubbi, fragilità, il proprio essere, la propria storia, la propria speranza, e la propria fede.”

Gianfranco Trabuio, nel suo articolo inviato a Gente Veneta scrive: “E’ stato un susseguirsi di momenti di profonda Spiritualità e di grande commozione, Mons. Francesco, ha guidato tutte le devozioni, i nostri partecipanti hanno vissuto la gioia di essere rappresentati dal loro Pastore.” “La celebrazione più intensa si è avuta mercoledì mattina con la solenne celebrazione Eucaristica della Santa Messa internazionale nella Basilica sotterranea, i fedeli presenti hanno avuto modo di vivere grandi momenti di commozione e spiritualità” – “Tra i momenti più belli vissuti col personale e il Patriarca, figura quello della serata
conclusiva, prima del ritorno.
Mons. Moraglia alla presenza degli assistenti religiosi Don Lio Gasparotto e Don Giuseppe Costantini e ai presidenti Giuseppe Spironello e Aldo Vianello, hanno ascoltato le testimonianze del personale e dei giovani in merito al pellegrinaggio, in particolare hanno espresso tutta la loro gioia e la loro commozione per aver operato vicino ai malati in quel
contesto di sacralità, ove la sofferenza acquista il significato più profondo di preghiera redentiva”.

Un bel momento è stato quello vissuto con Padre Nicola Ventriglia, (sostituisce Padre Mario Biffi a Lourdes), il Presidente Giuseppe Spironello, Roberto Maurizio e tutti noi animatori abbiamo avuto un breve incontro con Lui. Gli abbiamo consegnato una foto del gruppo animatori Triveneta, e illustrato la peculiarità del nostro impegno a Lourdes.
Padre Nicola sarà felice di incontrare altri gruppi che si recheranno a Lourdes, e tenere qualche incontro più approfondito, ovviamente concordato per tempo. Padre Nicola ha condiviso con noi la cena e conosciuto il nostro Patriarca.

Il tempo a Lourdes non è stato dei migliori, non siamo riusciti a svolgere tutto il programma preparato a causa della pioggia e alcuni itinerari sono stati sostituiti con visite
all’interno dei Musei e delle Basiliche.

ACCOGLIENZA:
Buona l’accoglienza, i pellegrini sono stati seguiti dagli animatori, che ricoprono anche l’incarico di coordinatori d’albergo, dall’arrivo in stazione fino all’albergo, dove hanno assegnato le stanze e quindi ci siamo ritrovati per l’ora di pranzo.
Una nota dolente riguarda le camere non tutte assegnate subito all’arrivo, una buona parte è stata messa a disposizione dopo il pranzo, poiché si è sovrapposto l’arrivo del nostro
pellegrinaggio con la partenza di quello Siciliano.

Faccio presente alla Sezione che dopo un viaggio di ventiquattro ore in treno, un pellegrino all’arrivo, ha tutto il diritto di poter accedere alla stanza assegnata per sopperire le proprie necessità, è improponibile in quella mattinata proporre loro un programma, vista la stanchezza del viaggio anche da parte degli animatori

RADIOGUIDE E TRASMETTITORI:
Sono state consegnate con la massima puntualità all’arrivo, hanno funzionato bene, ok anche per quanto riguarda la raccolta.

VIAGGIO IN TRENO E AEREO
In generale tutto bene, per quanto riguarda l’aereo tutto ok, per il treno i soliti problemi delle carrozze non tutte in perfette condizioni.

PLANNING:
Tutte le cerimonie sono state distribuite  bene, è stato messo a disposizione degli animatori con notevole anticipo, così abbiamo avuto il tempo di valutarlo, in questo modo è stato possibile preparare il programma degli animatori che ha occupato gli spazi disponibili per le visite, la partenza per le varie destinazioni era alle 14.30 all’Incoronata:

Museo di Bernardette;

Sui Passi di Bernardette;

La Citè St. Pierre;

Le Basiliche;

Beraù Medical;

Chateaù Fort;

I Mosaici;

Il Cammino dell’Acqua;

I Vespri al Convento delle Suore di Clausura.

Per i pellegrini che alloggiavano presso l’Hotel Florence e mangiavano al self-service, abbiamo creato gruppo consumando i pasti con loro, riservandogli dei tavoli.

Il ruolo degli animatori sta iniziando a creare interesse da parte dei pellegrini, del personale e degli ammalati, poiché a volte non avevano ben compreso quale fosse il nostro ruolo.

Gli Animatori:

Anna De Leo – Danila Tiepolo – Franca Perini – Gianfranco Trabuio

Nadia Rizzi -Silvana Sguotti – Valeria Manderano

 

I commenti sono chiusi.