Relazione Treni

Gentili Amici
devo sostituire in questa riunione il nostro responsabile Carlo oggi  impegnato.

Come sapete da un paio d’anni i nostri treni e i nostri furgoni sono dislocati non più a Venezia ma presso i depositi di Torino, Reggio Calabria, Bari e Lecce da dove partono come Rame bloc completi per i nostri Pellegrinaggi.

Come da contratto con le Ferrovie i treni devono arrivare alle stazioni predestinate almeno due ore prima della partenza, teoricamente puliti ,approvvigionati di acqua e perfettamente funzionanti come riscaldamento climatizzazione servizi, cuccette e quanto altro.

Purtroppo non è  sempre così e di questo ne siamo consapevoli.

Il materiale a noi destinato dimostra tutti  i suoi anni in ogni sua parte. Vi chiedo pertanto di verificare e segnalare ogni singola anomalia al direttore tecnico che provvederà per quanto possibile con la collaborazione del personale delle Ferrovie preposto a risolvere i problemi più  gravi.

Una nota dolente è  la pulizia delle carrozze che spesso lascia a desiderare.

Difficile provvedere all’ ultimo momento, quando magari la gente comincia a salire sul treno.

Vi chiedo pertanto di segnalare ogni mancanza evitando però per quanto è possibile inutili polemiche che non risolvono comunque il problema del momento.

Fatta la segnalazione protesteremo se necessario nei luoghi e momenti opportuni con le persone responsabili.

Provvederemo invece con responsabilità  e senso di sevizio a sistemare le carrozze per quanto ci è  possibile, per permettere ai nostri ammalati e pellegrini di viaggiare nel migliore modo possibile .

Forse un atteggiamento del genere di responsabilità e senso pratico serve ad ottenere maggiore attenzione di inutili e sterili polemiche.

Nel minimo tempo a nostra disposizione i nostri volontari devono provvedere al carico del materiale del Furgone Cucina, devono predisporre l’allestimento dell’ impianto di amplificazione, eseguire la numerazione delle carrozze, pulire e preparare la carrozza barellata e caricare i malati.

Come potete immaginare in questa situazione, nulla può essere lasciato al caso, ma ognuno deve essere preparato a eseguire l’incarico a cui è preposto con competenza e precisione in modo da consentire a tutti i partecipanti di viaggiare nel migliore dei modi.

Nelle stazioni di partenza l’unica persona preposta a tenere i contatti con gli incaricati delle Ferrovie è il Direttore Tecnico del treno.

Cerchiamo di evitare inutili sovrapposizioni   che fanno solo perdere tempo non si possono chiedere manovre o cambi delle carrozze.

Sarà compito del Direttore Tecnico  cercare di soddisfare le varie esigenze e tutte le necessita della Sottosezione.

Il personale di scorta dei treni sia Italiano che Francese conosce il nominativo del Direttore Tecnico e il suo numero di telefono.

Sarà compito di tutto il nostro Personale fare in modo che tutte le operazioni di carico si svolgano regolarmente in modo da consentire la regolare partenza del treno all’orario prestabilito per evitare ritardi che si ripercuoterebbero su tutto il viaggio .

Da quest’ anno c’è una importante novità. Tutte le porte delle carrozze sono state dotate di un particolare dispositivo, comandato dal macchinista che prima della partenza blocca tutte le porte .Questo meccanismo si sblocca solo alle fermate prestabilite.

Questa è  una grande responsabilità per i capi carrozza che devono controllare che nessuno cerchi di scendere dal treno se non alle fermate prestabilite.

Il tentativo di aprire le porte manda in blocco tutto il sistema che per essere ristabilito richiede un controllo delle porte da parte del ferroviere e di conseguenza un grave ritardo del viaggio.

Nota positiva è che nessuno può aprire le porte dall’esterno  impedendo cosi che salgano in treno persone non autorizzate.

Durante il viaggio tutte le carrozzine delle persone che sono nelle varie carrozze, devono essere portate nel vagone magazzino per permettere la massima mobilità dei Pellegrini e del personale addetto alla distribuzione dei viveri.

Come sempre lo scarico delle immondizie è consentito solo a Ventimiglia o a Verona per i treni provenienti dalla zona Est della regione che al momento del transito abbiano già consumato il pranzo o la cena.

Durante la permanenza a Lourdes i treni sono ricoverati al deposito dove possono accedere solo le persone autorizzate e provviste dell’ apposito giubbetto  arancione ad alta visibilità.

Anche il personale preposto alla pulizia e preparazione delle barellate per il ritorno  deve essere accompagnato dai furgonisti o dal responsabile della barellata e provvisto di giubbetti ad alta visibilità che si trovano nelle casse della Farmacia.

 Altra normativa per la nostra sicurezza è che le persone che accedono al deposito devono indossare scarpe pesanti e non zoccoli o ciabatte.

                                                                                               Paolo

I commenti sono chiusi.