Relazione Vicenza 2013

SOTTOSEZIONE DI VICENZA
PELLEGRINAGGIO A LOURDES 20-26 MAGGIO 2013

RELAZIONE ANIMATORI

Il pellegrinaggio diocesano a Lourdes organizzato dalla Sottosezione di Vicenza dal 20 al 26 maggio del corrente anno ha visto una buona partecipazione di pellegrini, malati e personale.  Accuratamente preparato dal Presidente e dalla Segreteria della Sottosezione nei mesi precedenti la partenza, il pellegrinaggio ha usufruito anche quest’anno della presenza dei seguenti Animatori: Maria Rosa Cinetto, Bruna Dal Brun, Teresa Grimaldi, Mario Ruzzante, Valerio Scalco e Pino Toniolo.

Gli Animatori, sulla base del programma inserito nel “planning” del pellegrinaggio, hanno accompagnato i pellegrini e in alcune occasioni anche i malati, nei luoghi più significativi di Lourdes.  Tutte le visite guidate sono state effettuate nei momenti liberi da cerimonie religiose con partenza, in genere, dal punto di incontro fissato davanti all’Incoronata dove gli Animatori, muniti di appositi cartelli e da trasmettitori, formavano gruppi di interesse non superiori a 40/50 persone e/o malati e, regolate le radioline alle frequenze dei trasmettitori, partivano per le visite.

Le visite guidate prevedevano “Sui passi di Bernadette”, “Le Basiliche”, “Il museo di Bernadette”, “I mosaici della Basilica del Rosario”, “Il museo dei miracolati”, “La Basilica sotterranea S. Pio X°” e “Lo spazio Missioni”. A parte e su prenotazione sono state inoltre organizzate le visite alla “Citè St. Pierre” e “Bartres”.

La prima visita è stata effettuata martedì mattina 21 maggio, poco dopo l’arrivo del Treno n. 1 quando la stanchezza del viaggio si faceva sentire, dall’Animatrice Teresa Grimaldi per il percorso “Basiliche”; molto più frequentate le visite del pomeriggio dopo l’arrivo degli Aerei 1 e 2, sempre con l’Animatrice Teresa Grimaldi sul percorso “Sui passi di Bernadette”, Pino Toniolo al “Museo di S. Bernadette” e Maria Rosa Cinetto alle “Basiliche”. Gruppi numerosi e molto attenti, anche quelli che hanno subito la pioggia intermittente; qualche difficoltà invece di chi non aveva ancora ricevuto le radioline; a questo proposito vale la pena richiamare i Capi-Gruppo e i Capi-Albergo ad essere più solleciti nel ritirare e consegnare le radioline. In taluni Alberghi le radioline non sono state consegnate e questo ha generato disparità di trattamento tra pellegrini che alcuni hanno rimarcato.

Mercoledì 22 maggio alle ore 11 dopo la S. Messa Internazionale, l’Animatore Valerio Scalco ha intrattenuto un gruppo di pellegrini per illustrare i “Mosaici”, mentre Teresa Grimaldi, alle 16, ha illustrato la “Basilica del Rosario” con i suoi mosaici interni. Sempre alle 16 Pino Toniolo ha ripetuto a un altro gruppo molto numeroso, la visita al  “Museo di  S. Bernadette”, Bruna Dal Brun e Maria Rosa Cinetto hanno portato i pellegrini “Sui passi di Bernadette” e Valerio Scalco ha illustrato a pellegrini e malati la “Basilica di S. Pio X°” con molta partecipazione. Questa visita ha sostituito quella programmata sui passi di Bernardetta, non effettuata a causa delle avverse condizioni atmosferiche.

Giovedì 23 maggio, alle ore 9, l’Animatrice Bruna Dal Brun con Valerio Scalco hanno illustrato i mosaici esterni della “Basilica del Rosario”; Non essendo il numero particolarmente numeroso, è stata lasciata a Valerio Scalco   la descrizione dei mosaici con relativa catechesi; la visita è proseguita dopo la foto del pellegrinaggio e Valerio Scalco ha illustrato la nuova sistemazione presbiterale e il nuovo Ambone inaugurato nel 2012: “tomba vuota, Angelo e Annuncio di Risurrezione”. Teresa Grimaldi, che aveva in programma il “Percorso Fiorito”, novità di quest’anno, resasi conto che era un percorso caotico e dispersivo, ha ripiegato sulla “Basilica dell’Immacolata” dove ha illustrato le Apparizioni soffermandosi particolarmente sui Simboli e il Messaggio di Lourdes; Pino Toniolo, su richiesta, ha ripetuto la visita e l’illustrazione del “Museo di S. Bernadette”.

Venerdì 24 maggio alle ore 11 Bruna Dal Brun ha accompagnato i pellegrini a visitare il “Museo  dei miracolati”, luogo di grande interesse per le vicende di vita, di sofferenza, di fede, là illustrate. Nel pomeriggio alle ore 14 Teresa Grimaldi e Valerio Scalco hanno accompagnato un gruppo abbastanza numeroso a “Citè St. Pierre” e Valerio, esperto del posto e nonostante il tempo incerto, ha potuto illustrare –grazie anche alle radioline di cui tutti erano finalmente provvisti- il refettorio con il ben noto affresco, il chiostro della pace, la meravigliosa cappellina-bergerie (con catechesi sul brano 2 Re 4, 38-42) ricevendo grande attenzione e apprezzamento; nella stessa ora Maria Rosa Cinetto e Pino Toniolo con due pullman appositamente prenotati (con l’autorizzazione del Presidente di Sottosezione), hanno accompagnato a Bartres, pur con tempo incerto, oltre 80 pellegrini con visita e illustrazione del piccolo villaggio, della fontana-abbeveratoio, della casa della nutrice e della sua tomba, della Chiesa (occupata da un gruppo di disabili, nonostante la prenotazione) e il passaggio per sentiero fino alla “bergerie”, risultato molto apprezzato; nel ritorno è stata data la possibilità di sosta e visita all’Ospice e di assistere al vesperi delle carmelitane alle ore 17; Bruna Dal Brun alle ore 14,30 ha guidato un gruppo di persone in visita allo Spazio Missioni, visita che ha comportato la descrizione da parte di una laica missionaria delle OPM (Opere Pontificie Missionarie), la proiezione di un film dal titolo “Tutti chiamati, tutti inviati” e un incontro con frère Gilles, marianista, missionario in Congo, ritornato per un breve periodo a Lourdes; ha proseguito poi con la visita del “Museo di S. Bernadette” con descrizione della Lourdes del tempo e delle apparizioni illustrate nelle diverse vetrate, cui i pellegrini hanno partecipato con vivo apprezzamento.

Sabato 25 maggio, alle ore 9,30, dopo la celebrazione della S. Messa nella Parrocchiale di Lourdes e dopo la descrizione ampia ed avvincente della Chiesa stessa da parte di Mario Ruzzante, Bruna Dal Brun ha accompagnato i pellegrini al fonte battesimale originale per alcune riflessioni sul sacramento del Battesimo e per la descrizione della pala che illustra i momenti salienti della vita di Bernadette; il gruppo, all’uscita dalla Chiesa, è stato accompagnato da Mario Ruzzante e Bruna Dal Brun alla cripta davanti alla tomba del canonico Peyramale. Nel ritorno al Salus sono state effettuate anche le visite alla Canonica, con annessa la porta dell’orto, e al Cachot concludendo così, con la festa fatta al gruppo Unitalsi dalle Suore Figlie della Chiesa che lo hanno in custodia,  l’ultima mattina del soggiorno a Lourdes.

Una festa resa ancora più bella dalla inaspettata visita al Salus della fanfara dei Granatieri di Sardegna che ha offerto un graditissimo e animato concerto.

Considerazioni finali.

Da sottolineare, finalmente e in più occasioni, la presenza di alcuni barellieri e di alcune sorelle che, liberi dal servizio, hanno seguito i percorsi ed hanno apprezzato quanto veniva proposto.

Sembra peraltro necessario segnalare che non sempre le persone malate e/o in carrozzina sono state informate della possibilità offerta anche a loro di partecipare alle visite guidate, nemmeno a quelle, come la visita alla Basilica S. Pio X°, che erano state pensate “soprattutto” per loro.

La partecipazione dei pellegrini alle varie uscite è stata soddisfacente, nonostante l’inclemenza del tempo e le spiegazioni sono state seguite con interesse ed emozione: si può affermare, con gioia, che l’esperienza di animazione anche quest’anno (anzi, soprattutto quest’anno) è stata molto bella e molto positiva.

Lourdes offre a chi sa ascoltare e vedere con il cuore, esperienze indimenticabili.

Vale la pena ricordare come spesso gli Animatori, nei ritagli e nei tempi liberi dalle cerimonie, siano stati richiesti di guidare visite particolari da parte di piccoli gruppi di pellegrini che non avevano potuto partecipare alle visite guidate per vari motivi (contemporaneità con il bagno alle piscine, confessioni ecc.).

Questo significa che gli Animatori sono ormai riconosciuti e apprezzati nel loro ruolo: la più grande soddisfazione per noi Animatori è vedere negli occhi dei pellegrini la partecipazione attiva, la comunione e la gioia vera.

Tutti siamo ripartiti stanchi, ma appagati.

Vicenza, 29 maggio 2013

Gli Animatori della Sottosezione UNITALSI di Vicenza

Maria Rosa Cinetto – Bruna Dal Brun – Teresa Grimaldi – Mario Ruzzante Valerio Scalco – Pino Toniolo

I commenti sono chiusi.